La micorriza è una simbiosi benefica che si instaura tra le radici delle piante e i funghi del suolo. Questa relazione simbiotica è cruciale per la salute delle piante e ha profonde implicazioni nella crescita, nella nutrizione e nella resistenza alle malattie delle stesse. In questo articolo, esploreremo cos’è la micorriza e come questa interazione positiva influenza la zona radicale delle piante.

Cos’è la micorriza

Il termine “micorriza” deriva dalle parole greche “mycos” (fungo) e “rhiza” (radice). Questa simbiosi coinvolge la collaborazione tra le radici delle piante e i funghi del suolo. Esistono diversi tipi di micorrize, ma la forma più comune è la micorriza ectotrofica e quella endotrofica. Nella micorriza ectotrofica, i filamenti del fungo avvolgono le radici delle piante senza penetrare le cellule, mentre nella micorriza endotrofica, il fungo penetra nelle cellule delle radici.

Benefici per le piante

Assorbimento di nutrienti: I funghi micorrizici estendono il sistema radicale delle piante, aumentando la capacità di assorbire nutrienti come fosforo, azoto e altri elementi essenziali. Questa collaborazione consente alle piante di ottenere nutrienti in quantità maggiori rispetto a quanto potrebbero fare da sole.

Migliorata resistenza alle malattie: La micorriza svolge un ruolo fondamentale nell’aumentare la resistenza delle piante alle malattie. I funghi micorrizici creano una barriera fisica che impedisce l’accesso dei patogeni alle radici, oltre a stimolare il sistema immunitario delle piante.

Miglioramento della struttura del suolo: I filamenti dei funghi micorrizici aiutano a creare una struttura del suolo più favorevole, migliorando la ritenzione dell’acqua e la porosità del terreno. Ciò contribuisce a una migliore crescita delle radici e favorisce lo sviluppo di comunità microbiche benefiche nel suolo.

Adattamento a condizioni ambientali avverse: Le piante micorriziche mostrano una maggiore resistenza agli stress ambientali, come la siccità e la salinità. Questa capacità di adattamento è attribuibile alla maggiore efficienza nell’assorbire l’acqua e i nutrienti dal suolo.

In sintesi, la micorriza rappresenta un partenariato essenziale per la salute delle piante. La collaborazione tra le radici e i funghi del suolo offre numerosi vantaggi, tra cui un miglior assorbimento di nutrienti, una maggiore resistenza alle malattie e un adattamento più efficace alle condizioni ambientali avverse. Comprendere e promuovere questa simbiosi è fondamentale per favorire la sostenibilità degli ecosistemi vegetali e agricoli.

Come aiutare l’espansione della micorriza

Evitare l’uso eccessivo di fertilizzanti chimici: Ridurre l’uso di fertilizzanti chimici e preferire fertilizzanti organici. Utilizzare concimi a lenta cessione che promuovano una nutrizione equilibrata nel tempo.

Pratiche di coltivazione sostenibili: Adottare tecniche di agricoltura conservativa per ridurre l’aratura e il disturbo del suolo. Implementare la rotazione delle colture per migliorare la diversità delle specie vegetali e dei funghi micorrizici.

Inoculazione di micorrize: Inoculare deliberatamente il suolo con funghi micorrizici benefici per stimolare la formazione di nuove colonie. Utilizzare compost ricco di microrganismi del suolo per reintrodurre micorrize nel terreno.

Riduzione dell’uso di pesticidi: Limitare l’uso di pesticidi, in quanto possono danneggiare i funghi micorrizici nel suolo. Optare per soluzioni di gestione integrata delle piante che preservano la biodiversità del suolo.

Conservazione della biodiversità: Promuovere la diversità di piante e organismi nel sistema, creando un ambiente più favorevole alla formazione di associazioni micorriziche. Proteggere e preservare le aree naturali con suoli ricchi di micorrize.

Riduzione dello stress ambientale: Adottare pratiche di irrigazione efficienti per ridurre lo stress idrico sulle piante e sui funghi micorrizici. Proteggere le piante da temperature estreme o da altri stress ambientali.

Controllo del fosforo: Ricerche hanno dimostrato che l’espansione viene ritardata quando la concentrazione di fosforo supera le 85 ppm, arrestandosi completamente tra le 100 e le 140 ppm. È importante per i coltivatori biologici tenere presente questo aspetto, poiché la loro miscela di terreno spesso contiene fertilizzanti ricchi di fosforo.
D’altra parte, l’apporto di calcio organico, magnesio e altri microelementi stimola in modo significativo la crescita dei funghi micorrizici, contribuendo a una prospera sviluppo della pianta

Conferma la tua età

Accesso consentito solo agli adulti. Questo sito è solo per maggiorenni in quanto tratta articoli correlati ai semi di Canapa. Vendiamo i semi al solo scopo collezionistico e non siamo responsabili di qualsiasi altro uso. Tutti i prodotti che trattiamo nel sito sono legali in Italia.

Sei maggiorenne?