NB: il sistema di illuminazione è uno dei componenti più importanti e costosi di un giardino interno.

I giardini esterni possono usufruire del sole per le loro esigenze di illuminazione, ma per soddisfare le esigenze di illuminazione dei giardini interni, l’illuminazione artificiale delle piante viene utilizzata per convertire l’elettricità in luce.

Le piante hanno bisogno della luce per subire un processo noto come fotosintesi, che converte l’acqua e l’anidride carbonica in uno zucchero chiamato glucosio che le piante usano per la crescita.
La fotosintesi utilizza uno speciale pigmento di pianta verde chiamato clorofilla per raccogliere energia luminosa.
La clorofilla assorbe e fa uso della luce rossa e blu-indaco, ma riflette la luce verde, che è ciò che rende le piante verdi. È anche il motivo per cui le lampade da giardino per interni spesso emettono molta luce negli spettri rossi e blu.

Intensità della luce in un giardino interno

L’intensità della luce è un fattore importante da considerare per i giardinieri indoor. Livelli di luce bassi rallentano la fotosintesi e livelli di luce elevati lo incoraggiano, ma fino a un certo punto.
La quantità di energia utilizzata da una lampada viene misurata in watt. In generale, maggiore è la potenza, più luce e calore produrrà un apparecchio.
I requisiti di illuminazione del tuo giardino interno dipenderanno dal tipo di piante che stai coltivando e dalla dimensione dello spazio che devi coprire.

Misuratori di luce per coltivatori indoor

I misuratori di luce economici possono essere utilizzati per apprendere l’intensità della luce che raggiunge diverse aree del giardino. Basta spostare il misuratore in diverse aree e prendere alcune letture. I misuratori di luce spesso forniscono letture misurate in lux. Un lux è la luce di una candela a un metro di distanza diffusa su un’area quadrata larga un metro. La luce solare diretta è di circa 32.000 a 100.000 lux.

Riflessione della luce e coltura idroponica

Le lampadine emettono luce in tutte le direzioni, quindi ci sono paralumi progettati per riflettere la luce dall’alto e dai lati della lampadina verso il basso nel giardino. Questo viene fatto per catturare energia luminosa che altrimenti verrebbe sprecata. Per lo stesso motivo, le pareti dei giardini interni sono spesso dipinte di bianco o ricoperte da una pellicola riflettente per riflettere la luce verso le piante. Se si utilizza una pellicola riflettente, prestare attenzione a non creare un pericolo di incendio poiché alcune pellicole riflettenti sono infiammabili. Un’altra notevole proprietà della luce è che l’intensità diminuisce come un quadrato inverso rispetto alla distanza. Ad esempio, una pianta due volte più lontana dalla luce riceve solo 1/4 della luce da essa.

Tipi di illuminazione per crescere all’interno

Esistono diverse opzioni nelle tecnologie di illuminazione da giardino per interni, con i T5 fluorescenti, i sistemi di scarica ad alta intensità (HID) e i diodi a emissione di luce (LED) che sono i tre più comuni.
Fluorescente
Queste luci includono T5 (luci di coltivazione), T12 (luci di negozi), lampade CFL (luci fluorescenti compatte) e senza elettrodi (induzione). Sebbene ognuno di questi appaia diverso, usano tutti lo stesso principio di base per operare: una corrente viene applicata a un tubo di vetro sigillato e rivestito di fosforo contenente un po’ di mercurio e un gas inerte.
Il mercurio viene eccitato fino a quando non passa da un liquido a un gas. Il gas mercurio emette luce ultravioletta, che viene convertita in luce visibile dal rivestimento al fosforo. Uno dei vantaggi dell’illuminazione fluorescente è che le lampadine non producono molto calore sprecato.

Illuminazione HID

L’illuminazione HID è un’altra tecnologia comune di illuminazione del giardino. Le due forme più comuni di illuminazione HID utilizzate per le piante sono gli alogenuri metallici (MH) e il sodio ad alta pressione (HPS). Gli alogenuri metallici utilizzano una varietà di alogenuri metallici in un tubo ad arco, analogamente al mercurio presente nei fluorescenti. La luce risultante dal tubo ad arco contiene sia luce visibile che luce ultravioletta. Un tubo esterno che circonda il tubo ad arco confina la luce UV generata mentre consente alla luce utilizzabile di passare attraverso il giardino. Per alcune persone, la fusione blu di alogenuri metallici può essere più piacevole da lavorare rispetto alla luce arancione più dura delle lampade HPS. Le lampade HPS utilizzano una lampadina interna ed esterna simile a una lampada ad alogenuri metallici, ma le lampadine ad arco lungo contengono sodio metallico e mercurio anziché alogenuri metallici. La luce emanata ha una tinta ambra-arancio.

LED

I LED sono un’altra tecnologia di illuminazione che può essere utilizzata dai coltivatori. Invece di usare un gas carico per illuminare, i diodi a emissione di luce sono elettro-luminescenti, il che significa che usano piccoli semiconduttori per emettere luce.
Hanno due derivazioni, una positiva e una negativa, e quando la corrente viene applicata attraverso le due, viene prodotta la luce. Producono poco calore e durano più a lungo di altri tipi di illuminazione, ma i dispositivi di illuminazione a LED tendono ad essere più costosi in base al watt rispetto all’illuminazione fluorescente o HID. Qualunque sistema di illuminazione tu scelga, ricorda, la quantità di calore generato dalle tue luci deve essere presa in considerazione. Una luce T5 da 60 W può essere utilizzata senza raffreddamento e può essere mantenuta vicino alle piante a pochi pollici di distanza, ma una luce HID non raffreddata da 1.000 W può causare rapidamente danni alle piante se la luce viene mantenuta troppo vicina.

Non dimenticare il ballast

Entrambe le luci fluorescenti e HID usano i reattori per condizionare e controllare l’elettricità fornita alla lampada. Una differenza tra illuminazione fluorescente e HID sta nella posizione del reattore. In un apparecchio fluorescente, la reattanza è generalmente integrata. Per aiutare con la gestione del calore, i reattori HID dovrebbero essere tenuti fuori dallo spazio di crescita. La lampadina e il ballast utilizzati per sparare devono combaciare tra loro. Tieni presente che i portalampada sono realizzati in dimensioni standard generali. Un raccordo a lampadina nella presa non indica la compatibilità. La potenza e il tipo di lampadina devono essere compatibili con la potenza del reattore. Ad esempio, utilizzare solo una lampadina MH da 400 W con un reattore da 400 W in grado di alimentare lampade MH.
Alcuni reattori HID hanno funzionalità aggiuntive, come la possibilità di funzionare a diversi livelli, essere controllati da remoto e sparare con lampade MH o HPS. Controlla sempre la documentazione del reattore per dettagli specifici sulle caratteristiche.
Il sistema di illuminazione è uno dei componenti più importanti e costosi di un giardino interno ed è un fattore determinante per il successo o il fallimento delle piante sotto la sua cura. Assicurati di consultare altri coltivatori o uno specialista di negozi di giardini indoor per ulteriori consigli sui requisiti di illuminazione specifici del tuo giardino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Conferma la tua età

Accesso consentito solo agli adulti. Questo sito è solo per maggiorenni in quanto tratta articoli correlati ai semi di Canapa. Vendiamo i semi al solo scopo collezionistico e non siamo responsabili di qualsiasi altro uso. Tutti i prodotti che trattiamo nel sito sono legali in Italia.

Sei maggiorenne?